Pompe per polimeri di spalmatura

Pompe per spalmatrici e problemi di uniformità del processo.

La spalmatura è un processo tessile molto diffuso e consiste nell’abbinamento di una base di tessuto o altro materiale con un componente chimico in forma semisolida o solida con lo scopo di ottenere un prodotto finale con determinate caratteristiche di progetto o design.

Nel caso si utilizzi prodotti di spalmatura a base liquida, ovviamente per trasferire il composto alla macchina spalmatrice vengono utilizzate pompe per spalmatrici  o pompe genericamente idonee ad operare con polimeri di spalmatura , in linea di massima le pompe più diffuse nel settore sono le pompe pneumatiche a membrana e le pompe a pistone.

Questo nostro cliente ha in uso diverse pompe a pistone per la propria applicazione, ma tutte col tempo generano lo stesso problema.

Problemi di inclusione aria nelle pompe a pistone.

Nel tempo si è notato tuttavia che proprio attraverso il pistone veniva introdotta una modesta quantità di aria sufficiente a creare alcuni problemi con gravi ricadute sulla qualità del prodotto finito.

Per quanto modesta, la quantità di aria aspirata era in misura sufficiente a creare una consistente inclusione di microbolle all’interno della massa di polimero di spalmatura.

Le bolle di aria introdotte dalle pompe per spalmatura, si liberano dal polimero durante la fase di processo generando continuamente difetti di uniformità e di distribuzione del prodotto sul tessuto durante la fase di accoppiamento. Lo scarto di prodotto finale ha assunto dimensioni tali da rendere necessario il totale ripensamento del processo proprio a causa di una modesta pompa pneumatica a pistone, largamente usata in azienda.

Coinvolti a cercare una soluzione al problema abbiamo proposto una nostra pompa tipo Hose Carrier HCP 20 dotata di regolazione di velocità a mezzo inverter per essere utilizzata al posto delle precedenti pompe per spalmatura a pistone.

La pompa introdotta ha immediatamente risolto i problemi riscontrati con le pompe usate in precedenza già dal primo utilizzo. Nessuna inclusione di aria è possibile in fase di aspirazione, la notevole capacità di vuoto prodotto ,consente l’uso della pompa HCP 20 anche con viscosità oltre i 50.000 cps. L’azionamento della pompa di tipo elettromeccanico consente una facile regolazione della portata in modo molto più semplice e preciso rispetto alle pompe pneumatiche. Piena reversibilità in linea,nessun problema in caso di funzionamento a secco.

Certamente le pompe per spalmatura pneumatiche a pistoni sono la scelta più comune e diffusa, ma ancora una volta la pompa Hose Carrier fa la differenza garantendo un livello più elevato di affidabilità e versatilità di qualsiasi altra pompa.

Maggiori informazioni sulla pompa : Hose Carrier HCP 20

Pompa peristaltica per dosaggio polimeri

Flocculanti, coagulanti, polimeri viscosi e problemi di pompaggio.

In questo caso, una progettazione un poco sommaria dell’impianto di preparazione e dosaggio, esponeva una pompa a cavità progressiva preposta al dosaggio di polimeri per trattamento di acque reflue a frequenti momenti di funzionamento a secco a causa delle difficoltà di afflusso del polimero alla pompa. Come è noto la pompa monovite non è in grado di sopportare tali condizioni di lavoro.

La pompa monovite è molto conosciuta ed ampiamente diffusa in ogni ambito industriale. Il costo abbordabile dovuto alla grande produzione in serie ne ha permesso una diffusione così grande da averne sostanzialmente fatto una componente costante in qualsiasi impianto di trattamento delle acque, dal dosaggio dei polimeri al trasferimento dei fanghi.

Tuttavia, succede molto spesso che non venga utilizzata in modo corretto rispettandone, le caratteristiche funzionali che devono sempre evitare il funzionamento a secco, spesso prima causa di costosi danni.

Così accadde che il responsabile della manutenzione di un noto gruppo chimico nostro cliente, lamentasse questo piccolo ma molto fastidioso malfunzionamento che generava frequenti perdite di tempo, soldi, ma soprattutto di servizio nel dosaggio dei polimeri richiesti.

I polimeri flocculanti usati nel processo di trattamento delle acque sono di natura piuttosto viscosa, pertanto la pompa destinata al dosaggio deve essere in grado di trattarli senza difficoltà. L’impianto, esistente, concepito con un pochino di fretta in questa parte, espone di fatto la pompa ad un afflusso che può essere intermittente. Con una pompa peristaltica HCP 25 abbiamo risolto questo piccolo problema di questo nostro cliente, l’afflusso occasionalmente discontinuo non mette più in crisi il processo. La nuova pompa peristaltica può reggere tranquillamente l’eventuale funzionamento a vuoto. Le caratteristiche di viscosità dei polimeri non sono certo un problema per questa  pompa peristaltica, che può aspirarli e trasferirli dosandoli con la precisione necessaria. La perfetta resistenza della pompa alla aggressione chimica completa completa l’opera.  Al momento la macchina è in funzione da otto mesi senza che vi sia stata alcuna disfunzione.

Maggiori informazioni sulla pompa : Hose Carrier HCP 25

Mi interessa ma senza impegno, tienimi informato

Pompa per polielettrolita o polielettroliti

Dosaggio di polielettrolita per trattamento delle acque reflue

questo nostro cliente aveva bisogno di una soluzione valida per risolvere un frequente problema nell’impianto di dosaggio di polielettrolita per il trattamento di acque reflue industriali prodotte nel proprio stabilimento.

Le pompe monovite di prima installazione in uso, avevano un funzionamento piuttosto incerto e alti costi di manutenzione generati da frequenti casi di funzionamento a vuoto, condizione di lavoro per la quale le pompe a rotore elicoidale sono notoriamente inidonee.
Per risolvere questo problema ci voleva una pompa ideale, in grado di aspirare e trasferire polimero liquido (polielettrolita) che è un fluido spesso e viscoso anche se di facile pompabilità, senza subire danni in caso di occasionale funzionamento ad intermittenza.

Le pompe precedentemente installate sono state sostituite con due pompe peristaltiche Hose Carrier ottenendo i seguenti vantaggi:

Le pompe peristaltiche funzionano a bassa velocità, condizione ideale per il dosaggio di prodotti sensibili alla sollecitazione come i polimeri.
Nessun problema nel trattamento di fluidi densi e viscosi.
Nessun problema in caso di occasionale funzionamento a vuoto o ad intermittenza.
Notevole capacità trasferimento, misurazione e dosaggio del polielettrolita con un’accuratezza pari a ±5%.
manutenzione facilitata con un’unica parte che si usura, la membrana tubolare, direttamente sostituibile in sito, in pochi minuti senza smontare o rimuovere la pompa e le tubazioni di linea.
Notevole abbattimento dei costi rispetto la precedente soluzione che richiedeva la sostituzione del rotore elicoidale, dello statore e della tenuta meccanica, con conseguenti costi aggiuntivi di rimozione, smontaggio, sostituzione e ripristino in linea della pompa.

Vantaggi ottenuti con la nuova soluzione per dosaggio polielettrolita.

La pompa peristaltica HCP 25 è stata installata da più di un anno. Il cliente ha eliminato definitivamente i problemi ricorrenti nel proprio impianto, ha migliorato l’efficienza operativa e ridotto il costo complessivo della manutenzione, garantendosi una affidabilità irraggiungibile con il precedente sistema basato sulle pompe monovite.

Ulteriori informazioni sulla pompa : Hose Carrier HCP 25

Mi interessa ma senza impegno, tienimi informato