Pompe peristaltiche in acciaio inox

Acciaio inox? quando utilizzare pompe peristaltiche in acciaio inossidabile.

acciaio inox e pompe peristaltica in acciaio inossidabile 304 - 316 Se c’è una particolarità che in assoluto distingue le pompe peristaltiche dalle altre in generale, è la caratteristica di essere “contactless”, senza contatto fisico tra il fluido pompato e gli organi meccanici della pompa. Il fluido trattato rimane interamente contenuto nella membrana tubolare. Questa particolarità, esclude di fatto, che per realizzare la pompa debbano essere necessariamente utilizzati materiali compatibili con il liquido da trattare come inevitabilmente accade per tutti gli altri tipi di pompe.

A quale scopo si realizza una pompa peristaltica in acciaio inox, e quali vantaggi se ne ricavano?

Essenzialmente non molti, non ci sono vantaggi realmente concreti tali da fare la differenza tra una pompa comune ed una realizzata interamente in acciaio inossidabile.
E’ possibile fare considerazioni di tipo più ampio e diverso dalla ricerca di uno scopo “funzionale”.
Possiamo prendere in esame l’ambiente dove la macchina deve essere applicata, le caratteristiche ambientali potrebbero comunque risultare chimicamente aggressive, pertanto, anche la pompa ne subirebbe “passivamente” le conseguenze.
Altre situazioni ambientali richiedono livelli di pulizia molto alti, potere intervenire  rapidamente sulle macchine in modo semplice ed efficace garantisce i livelli sanitari richiesti da queste situazioni. Settori come quello alimentare, farmaceutico e cosmetico sono l’esempio più comune nei quali deve essere garantito il massimo livello di pulizia diretta e indiretta. Non a caso in questi casi, intere macchine e linee produttive sono realizzate utilizzando acciaio inossidabile in notevoli quantità.

Altri criteri che possono determinare la scelta di utilizzare un pompa peristaltica in acciaio inox potrebbero essere più soggettivi. A volte il cliente utilizzatore, sceglie una pompa peristaltica in acciaio inossidabile per rendere più semplice possibile il normale processo di gestione e manutenzione della macchina, avendo la garanzia della massima resistenza agli agenti atmosferici o ambientali a partire dalle componenti strutturali della pompa. E’ possibile affermare che una macchina realizzata in acciaio inossidabie rende molto più semplice le operazioni di pulizia più intense ed accurate (come ad esempio lavaggio in pressione e vapore), oppure facilita l’utilizzo e la gestione della macchina nei casi più ambientali più estremi, caratterizzati da livelli di manutenzione sommaria e sbrigativa o al contrario, molto frequenti ed  intensi.

A ben vedere ci sono motivi che rendono la scelta di utilizzare una pompa interamente in acciaio inossidabile  sostanzialmente obbligatoria.

Pompe per sangue e scarti di macellazione

Aspirazione e trasferimento di sangue con sospensioni e scarti di macellazione.

pompa per sangue e scarti di macellazioneProbabilmente aspirare e trasferire sangue animale con sospensioni di scarti di macellazione può sembrare un aspetto banale in un processo produttivo, ma quando si lavorano 200 tonnellate annue di carni fresche, anche con l’ausilio di impianti automatizzati e processi tecnologici molto moderni, qualche piccola seccatura può diventare anche un problema più serio. E così, questa moderna azienda di macellazione e lavorazione delle carni aveva un punto debole.

Non si è mai riusciti a trovare una pompa veramente affidabile per il l’aspirazione ed il trasferimento del sangue e degli scarti di lavorazione. I due impianti di recente introduzione erano dotati di tali pompe. Ma come sempre accade, le soluzioni adottate inizialmente dai progettisti sono prevalentemente di tipo economico, e in breve tempo, l’utente ne paga le conseguenze. Sempre a suo carico resta la soluzione tecnica al problema. Le pompe di primo impianto durarono una frazione insignificante di tempo. Furono sostituite con una pompa a membrana pneumatica.

L’impianto migliorò la sua efficienza, ma spesso, accadeva una fermata della pompa a causa del blocco del sistema valvolare, dovuto all’ingresso di una sospensione solida più grande del dovuto o alla formazione di coaguli di sangue. Tale fatto imponeva lo smontaggio e la pulizia delle sedi e delle valvole per ripristinare il funzionamento. Bel fastidio, dato che è necessario rimuovere la pompa e le tubazioni per effettuare tale operazione.

L’aria compressa in ultimo ha il suo costo, e su una pompa pneumatica, anche se di media grandezza si fa sentire significativamente. A volte in fase di adescamento la pompa membrana non funzionava a causa della sporcizia che tende a depositarsi nelle sedi valvola impedendone il funzionamento. In definitiva, non grossi problemi, ma fastidiosi inconvenienti erano frequenti. Ci fu chiesto come risolvere il problema, abbiamo proposto una pompa  HCP 40 in versione molto compatta, in accordo alle esigenze del cliente. E’ dal 2014 che la pompa è stata installata nel piccolo spazio destinatole. Da allora fa il suo lavoro quotidiano, con costanza e affidabilità, ad oggi, la pompa non ha richiesto alcun ricambio e nessun intervento di manutenzione.

Ulteriori informazioni sulla pompa Hose Carrier HCP 40

Pompa per dosaggio uovo liquido (ovoprodotti)

Dosaggio dell’uovo liquido e ovoprodotti con precisione e facilità.

pompa peristaltica per uovo liquido, ovoprodottiIn questo pastificio si producono ogni anno centinaia di tonnellate di pasta, per ottenere simili quantità, si è reso necessario introdurre processi industriali moderni efficienti e razionali. L’utilizzo di semilavorati come uovo liquido o ovoprodotti nel ciclo di produzione, consente di ottenere il prodotto finale con maggiore semplicità e con criteri qualitativi e di sicurezza superiori.

L’uovo liquido già sgusciato e pastorizzato proveniente da fornitori altamente specializzati, ha semplificato molto il processo produttivo, a vantaggio di una maggiore efficienza con livelli qualitativi certamente molto costanti. L’uso di prodotti altamente specializzati come gli uovo liquido e ovoprodotti assicura livelli di sicurezza e di igiene molto alti, considerando che proprio l’uovo, rappresenta la massima criticità dal punto di vista sanitario nei processi di produzione della pasta. Sebbene l’uovo liquido pastorizzato rappresenta un ausilio irrinunciabile in un processo produttivo moderno, è certamente necessario dotarsi di una macchina adeguata per provvedere al corretto dosaggio nel processo di produzione della pasta.

Esattamente con questo scopo è stata introdotta una speciale pompa peristaltica HCP 15, completamente in acciaio inossidabile e dotata di una speciale membrana tubolare che garantisce i criteri sanitari necessari per questa operazione. Per rendere possibile un preciso dosaggio, la pompa è affiancata da un inverter in grado di controllare i parametri di funzionamento ed essere integrata nell’automazione globale dell’impianto produttivo con facilità. La pompa è comunque in grado di svolgere operazioni semplificate anche a livello manuale, medianti i controlli a tastiera e il potenziometro di regolazione fine della velocità presenti nell’inverter.

La caratteristiche più importante della pompa peristaltica è quella di non avere parti meccaniche a contatto con il delicato prodotto (uovo liquido). Il liquido rimane unicamente a contatto del tubo flessibile rendendo impossibile qualsiasi contaminazione. Naturalmente la membrana può essere sterilizzata con i più comuni processi di sanificazione o in autoclave. Ovviamente la pompa è interamente realizzata in acciaio INOX, compresa la base ed il supporto dell’inverter, ed è dotata di raccordi sanitari dedicati. La pompa è entrata in servizio nel 2015, e quotidianamente svolge il proprio preciso lavoro.

Ulteriori informazioni sulla pompa Hose Carrier HCP 15 

Recupero Carboni esausti per rigenerazione.

Scopo della applicazione: aspirazione e recupero carboni esausti di filtri.

pompe per recupero e rigenerazione carboni esaustiNuovo metodo per recupero in aspirazione di carboni esausti contenuti nei filtri per acqua. Attiva nel campo ambientale ed in particolare in quello del recupero di fluidi e reflui vari, una importante azienda aveva la necessità di dotarsi di una pompa idonea ad un particolare servizio di imminente introduzione, il recupero dei carbone esausto contenuti nei filtri per acqua di grandi proporzioni. Il carbone, una volta esaurito, può essere facilmente rigenerato per essere riutilizzato.

Generalmente, il recupero del carbone esausto viene eseguito movimentandolo con acqua, inviandolo cioè, in forma di sospensione acquosa, con l’ausilio di pompe, eiettori, tubazioni etc. ad un camion appositamente attrezzato per il drenaggio dell’acqua di movimentazione. Questa metodologia richiede mezzi particolarmente attrezzati, pompe centrifughe autoadescanti ed un considerevole apporto di acqua. Incuriositi dalle caratteristiche di funzionalità delle pompe Hose Carrier, i titolari di questa azienda vollero sperimentare delle modifiche nel processo di recupero del carbone al fine di renderlo più efficiente.

Si dotarono in principio di una pompa Hose Carrier con la quale fu affinato il processo di recupero del carbone con una metodologia diversa che non richiedeva più grandi quantità di acqua e attrezzature idrauliche particolari, riducendo sensibilmente i tempi di servizio e rendendolo molto più semplice per l’operatore. Con l’introduzione della pompa peristaltica HCP 50 è stato possibile aspirare una miscela di acqua e carbone con proporzioni incomparabilmente più alte rispetto a quelle possibili con la pompa autoadescante centrifuga precedentemente usata, inoltre la pompa peristaltica HCP 50 si adesca a secco e sviluppa un vuoto molto superiore a quello della pompa abitualmente in uso, incrementando notevolmente la capacità di aspirazione di masse fluide più addensate a causa della minor percentuale di acqua in soluzione.

Verificata sul campo l’efficacia del nuovo metodo, alla prima HCP 50 ne è seguita in breve tempo una seconda, e dopo circa un anno altre due HCP 50 sono entrate in servizio, Oggi, quattro unità lavorano pienamente destinate a questo unico servizio con un consumo medio di una membrana tubolare ogni due anni.

Per maggiori informazioni sulla pompa : Hose Carrier HCP 50

Acido cloridrico

Scopo dell’applicazione: acido cloridrico e anodizzazione dell’Alluminio.

pompa peristaltica per acido cloridrico Hose Carrier HC 10In questa azienda ci si occupa di trattamenti superficiali e si ha che fare con una produzione annua di circa 7000 tonnellate di Alluminio. Da sempre, l’aspetto qualitativo delle finiture realizzate ha contraddistinto questa azienda sul mercato, rendendola tra le più importanti società in Italia di questo comparto.  Evidentemente per raggiungere questo importante traguardo, è necessario porre particolare attenzione a tutti i processi produttivi, e sopratutto quelli preliminari di analisi e controllo, prima di ogni fase di lavorazione. L’acido cloridrico viene utilizzato ampiamente per effettuare i ripetuti controlli chimici necessari all’ottenimento di un processo di finitura di alta qualità che l’azienda deve garantire.

Il campionamento avviene prelevando direttamente dai bagni il liquido da verificare, per sottoporlo a vari controlli chimici. Per il dosaggio dell’acido cloridrico viene utilizzata una pompa peristaltica HC 10 a pressione bassa e con una velocità di rotazione fissa e particolarmente lenta, al fine di ottenere una durata della membrana tubolare molto prolungata nel tempo.

La sua praticità d’uso, grande affidabilità nell’adescamento, e l’assoluta compatibilità con l’acido cloridrico, consenta a questa piccola pompa di dare il suo importante contributo al fine di poter raggiungere l’elevato standard di qualità desiderato dall’azienda nei suoi processi produttivi.

La HC 10 è una pompa peristaltica di piccole proporzioni ma molto robusta e precisa, semplice da utilizzare, non subisce danni in caso di funzionamento a secco ed è in grado di sviluppare un vuoto di 8 metri. Garantisce un adescamento istantaneo e continuativo.

La membrana tubolare è compatibile con uno spettro molto ampio di prodotti aggressivi, la sua sostituzione è rapida e semplice e non richiede competenze particolari. Considerate le evidenti doti dimostrate dalla prima pompa acquistata, il cliente ne ha introdotta un’altra da affiancare alla prima.

Per ulteriori informazioni sulla pompa : Hose Carrier HC 10